Tag Archives: Miriam Dubini

IL PRODIGIO DEL BUIO

14 Apr

Ciao come state? Io bene, e oggi vi vado a parlare dell’ultimo libro della streghetta Leila, ovvero il libro Leila Blue – Il prodigio del buio di Miriam Dubini!

Il prodigio del buio. Leila blue: 6: Amazon.it: Dubini, Miriam ...

Dopo l’ultima battaglia persa contro le Sorelle dell’Eterno Disordine, la Bianchissima ha un solo pensiero: la magia deve scomparire dal mondo. Niente più doni incantati per streghe, fate, orchi o elfi! Leila e le Sorelle convocano tutti i popoli magici per unirsi contro l’Imperatrice. Scoprono così che nel bosco degli Elfi vive una creatura antica come la Terra stessa, che da tempo immemore aspetta di essere risvegliata dal suono dell’arpa di una giovane strega…

 

P. S. Ho iniziato a leggere una nuova serie di libri di Rick Riordan (vi lascio qui sotto il tag per leggere anche le recensioni dei suoi libri)… presto arriveranno le recensioni!

 

P. P. S. Se vi ricordate vi avevo parlato di un’app (Booksgram) e di un libro a cui se per favore vi va di mettere il Mi Piace (Le cronache di Ella) sarei molto contenta… siete ancora in tempo, ma tra poco scade il tempo, affrettatevi!

UN GRANELLO DI MAGIA

12 Apr

Ciao, bucsity! Innanzi tutto, Buona Pasqua 2020!

Immagini GIF Buona Pasqua 2020: auguri WhatsApp e Facebook

Poi… andiamo a parlare di Leila Blue – Un granello di magia di Miriam Dubini, il quinto libro della saga di Leila Blue!

Un granello di magia. Leila blue: 5: Amazon.it: Dubini, Miriam ...

Leila e la sua mamma sono tornate finalmente a casa, ma il salone del Primrose è vuoto: le Sorelle dell’Eterno Disordine sono prigioniere della Bianchissima. Per entrare nel nuovo quartier generale dell’Imperatrice e liberarle, Leila e Grace hanno bisogno di un potente incantesimo che possa fermare il tempo… Con l’aiuto di Florian e di una magica piuma volante, mamma e figlia sono pronte a sfrecciare mano nella mano verso la loro prima avventura insieme!

Ciao, e ancora Buona Pasqua!

LE LIBELLULE ADAMANTINE

11 Apr

Ciaoooo come va? Oggi vi parlo del quinto libro della streghetta Leila Blue, ovvero Leila Blue – Le libellule adamantine di Miriam Dubini!

Le libellule adamantine. Leila blue. Ediz. illustrata: 4: Amazon ...

C’è una nuova Sorella dell’Eterno Disordine tra le streghe buone, e ha rivelato alla piccola Leila un segreto custodito da undici lunghi anni: la sua mamma è viva! Grace è prigioniera del Castello di Ghiaccio, dove vive la più potente delle creature magiche, la Bianchissima. Per liberarla, Leila dovrà affrontare un viaggio avventuroso verso quella gelida dimora, dove l’aspettano infidi tranelli, spietate macchinazioni e un esercito di libellule indistruttibili come diamanti. Riuscirà la streghetta più disordinata di tutti i tempi a salvare la prima strega ribelle?

IL SORTILEGIO CLOROFILLA

9 Apr

Ciao ragazzi! Oggi vi parlo del terzo libro della saga di Leila Blue, ovvero Leila Blue – Il sortilegio clorofilla di Miriam Dubini!

Il sortilegio clorofilla. Leila blue. Ediz. illustrata: 3: Amazon ...

Nella magica cantina del Primrose arriva un misterioso messaggio che invoca l’aiuto della streghetta più disordinata del mondo. Leila deve affrontare la sua prima missione da strega! Ma l’attende una brutta sorpresa: il messaggio arriva dal giardino della sua peggiore nemica, Ivy Bullitpot, che è diventata la nuova regina delle streghe. Con l’aiuto dell’inseparabile Florian, Leila volerà verso i meravigliosi fiordi norvegesi dove, tra arpe incantate e lupi parlanti, scoprirà la più potente delle magie: il perdono.

Ciao, alla prossima!

LA MUSICA DELLA LUNA

8 Apr

Ciao, come va? Oggi vi porto Leila Blue – La musica della luna, di Miriam Dubini!

La musica della luna (Leila Blue, #2)

Leila ha appena scoperto di essere una strega, e non una qualunque ma la Senza Scheggia: la prima strega dal cuore puro! Tra pochi giorni comincerà le lezioni di magia e, soprattutto, imparerà a volare a cavallo di una scopa. Intanto, a lezione di musica, la streghetta incontra Astra e diventano subito migliori amiche. Leila l’aiuterà a prepararsi per il provino con Joyce Q, la famosissima cantante che sta selezionando nuovi talenti in giro per il mondo. Astra farebbe di tutto per vincere le selezioni. e Florian inizia a sentire puzza scherzetto!

 

P.S. Vi ricordate Booksgram, (ve ne avevo parlato)? Se vi va e avete cinque minuti, installate questa app e votate il libro “Le cronache di Ella”! Grazie!

LA PRIMA STREGA BUONA

7 Apr

Ciao ragazzi! Come va? Oggi vi porto una recensione di Leila Blue – L’incanto della Prima strega, di Miriam Dubini. Buona recensione!

L'incanto della prima strega. Leila blue. Ediz. illustrata: 1 ...

Undici anni fa è nata la Senza Scheggia, l’unica strega dal cuore puro. Da allora, le perfide streghe di tutto il mondo le hanno dato inutilmente la caccia: ormai mancano solo tre notti alla sua iniziazione e devono fermarla al più presto. Intanto, a Londra, Leila non vede l’ora di festeggiare i suoi undici anni. Ultimamente, però, ha la testa più per aria del solito: i capelli le si arruffano all’improvviso, uno scoiattolo di Hyde Park la saluta… Perché le succedono tutte queste cose strane?

Incontro con Miriam!

21 Apr

EHI!!!:) Immagino sappiate che mercoledì 17 alcuni di noi bibliobloggers hanno incontrato la scrittrice Miriam Dubini, insieme alle classi 1^E e 1^D e alle prof. Bernabei e Polenghi!miriamdubini1 Per chi non lo sapeva……. beh, ora lo sa. Abbiamo parlato per un paio d’ore, lei ci ha presentato i suoi libri (la serie “Aria”) e giocando abbiamo inventato insieme una storia. Alla fine noi ne abbiamo approfittato e le abbiamo fatto qualche domanda:
Bucsity: Allora… da quanti anni è che scrivi?
Miriam: Diciamo da sempre. E’ diventato un mestiere quando hanno pubblicato il mio primo libro, quando avevo 30 anni.
B: Ma questa tua passione, dello scrivere, com’è nata?
M: E’ solo mia come passione, nessuno nella mia famiglia scrive. Però fin da quando ero piccola i miei genitori mi raccontavano molte storie e poi anche il mio professore di Latino al liceo mi raccontava i miti, greci e non; tutto questo mi stimolava molto.
B:Il libro, tra quelli che hai scritto, che ti è piaciuto di più?
M: Aria, senza dubbio!
B: Sappiamo che hai lavorato per il cinema…
M: Sì, ho scritto qualche sceneggiatura per film per ragazzi, ma purtroppo non sono mai state realizzate.
B: E per la Disney?
M: Pure, ho scritto delle storie sia per Topolino che per Paperino!
B: Lavori anche per Art Attack?!
M: Sì, pure per loro.
B: E che cosa fai?
M: Rivista, non programma televisivo. Di solito invento giochi e li preparo, che poi verranno fotografati in un set apposito.
B: Leggevi quando eri ragazza?
M: Prima dei 14 anni leggevo fiabe, libri per bambini… Poi ho letto Siddharta: finito quello mi sono letta TUTTE le altre opere di Herman Hesse! Intorno ai 20 anni ho iniziato a leggere, invece, gli autori americani contemporanei.

B: Generi particolari?
M: A dir la verità, leggo molto meno da quando faccio la scrittrice. Dopo molte ore al computer, ne ho abbastanza di parole davanti agli occhi.
B: E’ molto difficile?
M: No, più faticoso che difficile, direi.
B: Riguardo al tuo stile di scrittura invece?
M: All’inizio, quando scrivevo per bambini, dovevo stare attenta al linguaggio alla forma… quindi avevo un altro stile rispetto ad adesso, che scrivo per più grandi. Se mi viene in mente un termine, o un’espressione che voglio usare, non ci penso e la scrivo subito. Però ci metto sempre un po’ di mistero nei miei libri, quello sempre ci dev’essere a parer mio.
B: E le immagini, invece?

M: A quelle ci pensano gli illustratori. Però me le fanno sempre vedere, chiedono il mio parere e io gli do’ la mia opinione: se c’è qualcosa da cambiare secondo me glielo dico e loro mi assecondano, per esempio.
B: Quanto ci metti in media per scrivere un libro?
M: Dipende dal libro che sto scrivendo. Per “Aria”, per esempio, ci ho messo solo due mesi.
B: Il libro che preferisci in assoluto?
M: Ah! Questa è difficile come domanda! Però direi “Il barone rampante” di Calvino.
B: Ultima domanda promesso…
M: Sì?
B: Ci faresti un’autografo?

Ci ha accontentati;)  eccolo —>

Ciaoooo:)

autografo M. Dubini