Archivio | Marty03 RSS feed for this section

Ancora tu!?

13 Mar
cop-Contro-i-cattivi-funziona1

“Lanciare un’ auto a mezzo chilometro di distanza, sputare fuoco e tutte quelle altre cose. Potresti uccidere un sacco di persone.” Ci penso su. “Contro i cattivi funziona.”

Matteo cambia casa, scuola e anche vita: si sposta in un’ altra città dove nessuno lo conosce o conosce il suo fratello mongolo, Guido. Nella sua nuova scuola nessuno sa che Guido è suo fratello e Matteo non vuole che si scopra. Il bullo della scuola, Francesco, gli chiede se si possono vedere ai giardinetti per giocare una partita a calcio. Da quel punto Matteo entra nel loro malvisto gruppo di bulletti, dove ci sono le ragazze e il rispetto da parte degli altri. Riuscirà ad uscirne o rimarrà bloccato in questo orribile buco senza fondo?

 

 

 

Titolo del libro:     Contro i cattivi funziona

Autore:                    Massimo Canuti

Casa Editrice:        Instar libri

Annunci

Simili: uguali ma diversi

5 Mar
after

L’amore tra Tessa e Hardin era complicato prima… ora è più tormentato che mai.

Tessa deve andare a vivere a Siattle e cerca un’appartamento. Intanto Tessa e Hardin sono i un Tira e Molla continuo, ma sanno che non possono stare divisi. Tessa non riceve più notizie dall’agente immobiliare e scopre con stupore che qualcuno che non vuole che vada a Siattle ha parlato male di lei all’agenzia. Tessa lo scopre e si arrabbia, ma chi è stato a fare una cosa del genere? Riuscirà ad andare a Siattle ad ogni modo? Hardin andrà con lei o la lascerà andare da sola?

“Non so quanto resisterò ancora, prima di essere travolta da questa marea che chiamiamo la nostra storia. Non siamo bravi a stare lontani l’uno dall’altra, ormai l’abbiamo capito.”  

  • Titolo del libro:    After- come mondi lontani
  • Autore:                    Anna Todd
  • Casa editrice:        Sperling & Kupfer

 

 

 

Un amore infinito

5 Mar

 

after

Tessa ha messo in gioco tutta la sua vita per lui. E ha tutto da perdere. Hardin nulla. Tranne lei.

Tessa è stata ingannata da tutte le persone su cui contava ed è a pezzi. Hardin le ha mentito. Ora è sola. Sua madre l’aveva avvisata, ma lei non le ha dato retta. Ora non sa cosa fare, piange e piange, Hardin le manca un casino. Hardin le ha chiesto scusa, ma ciò che le ha fatto è stato troppo crudele. Tessa ha un lavoro, ma non può vivere senza una casa… Tessa e Hardin si ricongiungono e la madre di lui li va a trovare in America, ma Tessa scopre cose che non avrebbe mai voluto sapere. Cos’altro c’è di importante da sapere che a lei è nascosto? Hardin avrà il coraggio di raccontarle tutta la verità sulla sua vita in Inghilterra? Hardin e Tessa si sono ricongiunti, ma pian piano la ragazza scopre la vera identità del suo amato Hardin: ha fatto cose orribili in passato e ha paura, oltre che essere arrabbiata: lei gli ha sempre detto tutto, anche le cose più brutte e lui non le ha detto niente. Riuscirà Hardin a riconquistarla o rimarranno seprati per il resto della vita?

“Uniti l’uno dall’altra ma così diversi. Il buio che incontra la luce, la perfezione del caos: è tutto ciò di cui ho paura, tutto ciò che voglio, tutto ciò di cui ho bisogno.”

  • Titolo del libro:   After- un cuore in mille pezzi
  • Autore:                  Anna Todd
  • Casa editrice:       Sperling & Kupfer

Infinity Love

5 Mar
Ogni storia d'amore lascia un segno. Ma soltanto una ti cambia davvero la vita

Ogni storia d’amore lascia un segno.
Ma soltanto una ti cambia davvero la vita

Tessa ha appena iniziato il college e la sua compagna di stanza al dormitorio sembra poco raccomandabile. Tutti i suoi amici sono pieni di tatuaggi, come lei, e la madre di Tessa vole farle cambiare dormitorio, anche se alla fine rimane tutto com’è. Una delle prime sere al college Tessa va ad una delle feste dei ragazzi con Steph, la nuova compagna, dove si gioca ad obbligo o verità, alla ragazza non piace e decide di tornare al dormitorio. Intanto la festa continua e i ragazzi decidono di fare una scommessa che cambierà per sempre la vita della ragazza. Hardin è antipatico, arrogante e non vuole relazioni, ma dopo l’arrivo di Tessa cambierà qualcosa o resterà tutto come prima? Una storia d’amore strana ma emozionante che ti farà battere forte il cuore.

 

 

 

  • Titolo del libro:      After
  • Autore:                    Anna Todd
  • Casa Editrice:        Sperling & Kupfer

Hetty

18 Mag

Ciao!!! Siamo i ragazzi della 1°C di Via Alberelle.

Il giorno 12/05/15 ci siamo diretti verso la Biblioteca Comunale dei Ragazzi di Rozzano, sapendo che ci sarebbe stata una persona, “Hetty E. Verolme”, che ha vissuto nei campi di concentramento. Abbiamo ascoltato l’intervista, e queste sono le nostre impressioni e riflessioni sull’incontro con l’autrice:

Jack: “L’incontro mi è piaciuto molto perché non avevo mai incontrato una persona stata nei campi di concentramento, in più la sua storia era interessante e piena di emozioni”.

Chri: “L’ incontro con Hetty è stato molto bello. Dal suo racconto mi è venuto un pensiero: vivere in un campo di concentramento senza neppure avere vicini i genitori deve essere un’esperienza veramente brutta. Durante la narrazione ha suscitato in me paura e tristezza”.

Marty03: “Durante l’intervista l’autrice si è emozionata, perché penso che questi racconti siano pieni di dolore ed è attraverso il ricordo e il pensiero che molte emozioni, belle e brutte, vengono a galla; quindi è per questo che secondo me per Hetty sia stato un grande sforzo raccontarci la sua storia. Si vedeva nei suoi occhi la tristezza del pensiero del suo passato, ma anche la felicità di raccontare la sua vita a noi, giovani d’oggi. Le sue parole, per me, hanno fatto riflettere tutti sia per come le ha dette, sia per il significato. Infine ci tengo ad aggiungere che è stato molto bello conoscerla perché è una persona molto gentile, aperta e disponibile”.

Ale03: “L’incontro con Hetty mi è piaciuto molto perché è una cosa più unica che rara incontrare una persona sopravvissuta nei campi di concentramento. Decisamente è stato molto commovente sentir parlare della sua storia perché lei, all’età di soli 12/13 anni ha fatto da mamma ed è stata punto di riferimento a bambini da un anno in su. Le cose che ci ha raccontato che mi hanno fatto più piacere sono state che alla fine ha ritrovato la sua famiglia e che, dopo ben 50 anni, i “bambini” di una volta e lei si sono rincontrati e Hetty ha saputo riconoscerli grazie alle loro espressioni”.

 Daly: “Durante l’incontro con Hetty mi hanno stupito in particolare due cose: quando parla della sua infanzia ne parla con un sorriso, mentre io che non ho vissuto niente di tutto ciò dentro di me piangevo per la commozione; la seconda, invece, è che è riuscita ad andare avanti nella vita nonostante l’infanzia che ha passato. L’incontro si è svolto in modo commovente ed interessate: commovente perché in fondo è un argomento molto triste e delicato da affrontare, interessante perché ci ha raccontato di una strage veramente esistita nel passato”.

Martalucy: “Quando siamo arrivati in biblioteca ed Hetty è salita sul palco mi è sembrato che tutti fossero un poco agitati. L’autrice parlava in inglese, quindi è dovuta venire una ragazza per tradurre ciò che diceva. La sua storia mi ha toccata molto, e nel momento in cui ci ha raccontato che era stata divisa dai genitori, mi sono immedesimata in lei e mi è venuto da piangere. Alla fine del racconto alcuni ragazzi le hanno fatto delle domande, tra le quali una di cui la risposta mi è piaciuta molto: le hanno chiesto se avesse mai rincontrato i suoi genitori e lei ci ha risposto di si. Mi dispiace parecchio che Hetty abbia subito quelle cattiverie, ma sono felice che sia venuta a raccontarci la sua storia”.

Riccardino: “L’incontro con Hetty mi è piaciuto molto e non mi sono annoiato perché l’ho seguita con grande attenzione. Ci ha raccontato la sua storia senza piangere, cosa che mi ha profondamente colpito. Per lei la storia è stata una tragedia, anche se a me è piaciuta molto.

Ora un breve testo sul racconto dell’autrice da parte di “Alev“:

Hetty e la sua famiglia furono deportati in un campo di concentramento, ma dopo poco, lei e i suoi fratelli, rimasero soli. Dato che Hetty era una tra le più grandi, dovette occuparsi di 46 bambini che andavano dall’età di un anno in poi. Un giorno degli agenti dell’ SS li portarono in un garage al buio e al freddo, in più dovettero mangiare per 10 mesi pane acetato ( per ridurre i funghi su di esso). La mattina di San Nicola arrivò una delle guardie e diede ad Hetty una scatola contenente un mucchio di pane, burro e zucchero. La notte stessa vennero portati nel campo di concentramento di Bergen Belsen, dove in fondo ad un corridoio si trovava una signora di nome Luba che indicò loro un bagno ben curato dove stabilizzarono la loro stanza. Dopo qualche giorno Luba tornò da loro con de mastodontici pentoloni pieni di cibo i cui i coperchi fecero fare molta fatica ai ragazzi, da quanti pesanti erano. Luba riuscì a farli entrare nella “casa dei bambini”, dove Hetty non poté entrare subito per questioni di età. Nel 1945 molti bambini morirono di Tufo, ma per fortuna Hetty e i suoi fratelli si salvarono. Intanto il campo di concentramento era stato messo sotto il controllo del comandante di Auschwitz. Poco tempo dopo arrivarono gli Inglesi, che li liberarono. Nel 1995 Hetty si ritrovò con i sopravvissuti a Bergen Belsen, dove rincontrò Luba e molti altri, tra cui la sua famiglia.

CIAO, TU

19 Apr

ciao_tuViola ha quindici anni ed è innamorata del suo compagno di classe Michele. Inizia a scrivergli dei bigliettini, all’inizio a Michele non piace, ma poi diventa un gioco e scoprono che a Michele piace Viola…

Autori:Beatrice Masini & Roberto Piumini

Mi piaci e basta, mi piaci così

29 Mar

COP_Gungui_Mi_piaci_cos2.inddAlice ha finito la scuola, ma è stata bocciata e i suoi genitori, come punizione, la costringono ad andare in Puglia con loro anziché in Sardegna con le sue amiche. Alla fine è proprio in campeggio che conosce meglio Martina -la ragazza della sua scuola che tutti vorrebbero come fidanzata- e scopre che è una ragazza come tante e con gli stessi problemi di molta altra gente. Diventano amiche al “chiringuito” (il bar dove lavora Martina) della spiaggia dove la ragazza ha la casa in affitto, in più Alice conosce gli amici di vacanza di Martina. Daniele, è questo il nome del ragazzo di cui Alice si innamora. Si fidanzano, ma quando Luca -l’ex di Alice e suo amico di Milano- la va a trovare in Puglia, le cose tra la ragazza e Daniele si complicano: lei è gelosa che la cugina di Mary, un’amica del campeggio, cerchi di fare innamorare Luca di se, ma non sa che in realtà Luca, anche se si erano lasciati da molto tempo, la ama ancora…

Casa Editrice: Mondadori

Autore: Francesco Gungui

Titolo del libro: Mi piaci così